Le associazioni e i cittadini chiedono il ritiro del progetto di ampliamento della discarica di Imola – Riolo Terme

Ampliamento discarica Tre Monti - Imola e Riolo Terme, le associazioni ambientaliste chiedono al Comune di Imola e CONAMI di ritirare il progetto Selezionare la foto per ingrandirla

Ampliamento discarica Tre Monti – Imola e Riolo Terme, le associazioni ambientaliste chiedono al Comune di Imola e CONAMI di ritirare il progetto.

Il comune di Imola ha presentato il progetto nella serata del 26 ottobre, assenti il Sindaco Manca. Assenti anche ARPA ed ASL, che non erano state invitate dal comune.
L’assessore all’ambiente Tronconi ha ammesso che il progetto di ampliamento della discarica è voluto dal Comune e non nasce da una pianificazione territoriale della Regione.

Maggiori informazioni sul sito
http://buonacausa.org/user/legambiente-medicina

Annunci

Inquinamento da polveri sottili: quali danni alla salute

Da tempo è stato riconosciuto come l’inquinamento atmosferico danneggi l’apparato respiratorio. Corpi estranei micro- e nano-dimensionati possano causare l’insorgere di malattie penetrando nell’organismo attraverso l’apparato digerente.

A questo link un video molto interessante, anche se tecnico, su questo argomento

http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Flash&d_op=getit&id=13923

Continua a leggere

Indirizzi regionali per le emissioni atmosferiche delle centrali

La regione ER, con la delibera regionale 51 del 26 luglio 2011, vieta la costruzione di centrali con potenza superiore a 250 kW per la produzione di energia da biomasse, nei comuni considerati critici per l’inquinamento ambientale, a meno di impatto zero. Castel Bolognese, Faenza, Ravenna sono comuni critici.

I criteri per calcolare le emissioni degli impianti di produzione di energia elettrica da biomasse sono stati definiti nella delibera 362 del 26 marzo 2012.

Le competenze della Regione in materia di inquinamento atmosferico prevedono il raccordo con la normativa di settore europea e nazionale; la definizione di linee di indirizzo per la valutazione e la gestione della qualità dell’aria; la definizione dei criteri ed indirizzi agli Enti Locali per l’autorizzazione degli impianti con emissioni in atmosfera e per l’organizzazione degli inventari provinciali delle emissioni, il coordinamento ed il raccordo con il Sistema Informativo Nazionale Ambientale (SINA).

L’ufficio per il Servizio Risanamento Atmosferico, Acustico, Elettromagnetico della regione ER ribadisce oggi che la Provincia e’ l’autorita’ competente alle autorizzazioni delle emissioni in atmosfera. E chiarisce che  il biogas e’ esente dal computo.

Come se le centrali che bruciano biogas per produrre energia elettrica non bruciassero una biomassa. Come se il traffico veicolare e le emissioni di una centrale di potenza di 1MW elettrico da biogas bruciato fossero inferiori alle emissione di una centrale di potenza 250 KW elettrici da biomassa bruciata direttamente. L’ufficio regionale non giustifica il perche’ di tale intepretazione.

Una stima di Gianni Tamino (pg 90) indica per le emissioni di un biodigestore da 1 MW: 3 tonnellate l’anno di NO2, 6 tonnelate l’anno di S02, 1 o 2 quintali l’anno di ammoniaca, con un traffico di 3,4 camion al giorno per trasportare la biomassa (avanti e indietro) e 1,2 camion per il biodigestato.

Ricordo che, secondo uno studio della regione Lombardia , le polveri sottili si formano anche da aggregazione in aria di molecole di ammoniaca e ossido di azoto, che sono componenti del biogas.
Ricordo che i filtri per le polveri sottili possono essere controindicati poiche’ impediscono la formazione di macromolecole, crescendo cosi’ la quantita’ di polveri sottili in aria.

Lettera ai medici e al sindaco

Ai signori/alle signore medico di Castel Bolognese,

e al Sig. Sindaco in quanto autorità sanitaria locale.

Ci rivolgiamo a voi per un confronto sul tema dei danni alla salute che possono essere causati dalle polveri sottili e da sostanze chimiche  di sintesi, quali funghicidi, diserbanti, insetticidi e concimi. Apprezzeremmo molto conoscere il vostro parere a proposito. Continua a leggere