HERA e 15 euro in più sulla bolletta dell’acqua

Vi siete accorti che HERA vi ha comunicato che addebiterà 15 euro aggiuntivi su ogni bolletta addebitandovi una assicurazione (facoltativa sulla carta) sulle eventuali perdite d’acqua in casa? Leggete con attenzione il depliant che avete ricevuto nelle ultime bollette. Il meccanismo e’ quello del silenzio assenso. Ovvero se non volete pagare, dovreste contattare HERA. I comitati per l’acqua pubblica e la Federconsumatori contestano questa decisione di HERA. Qui sotto riportiamo il comunicato del Comitato Acqua Bene Comune Forlì-Cesena
Continua a leggere

Annunci

Comitato acqua bene comune – Faenza e comprensorio

Riceviamo e pubblichiamo

Faenza, 23 settembre 2014

Come mai le fognature sul Lamone hanno permesso all’acqua di risalire in tante abitazioni faentine? Che dire di fronte a Hera che non pulisce le valvole delle paratie sul Lamone? Che dire a tutte le famiglie che si sono trovati la proprietà allagata? Le nostre amministrazioni avevano consegnato ad Hera una buona gestione del sistema idrico.
Ma ora scopriamo che durante gli anni gli investimenti su opere ordinarie e straordinarie sono sempre calati. Non ci sono dati chiari su gli interventi di manutenzione sul nostro territorio. È aumentata la percentuale sulle perdite. Abbiamo consegnato ad Hera un patrimonio di 1 miliardo costruito dalla nostra fiscalità e dalle nostre amministrazioni e ora Hera SpA ha un debito di oltre 3miliardi e 200 milioni a lunga scadenza, pari al triplo della capitalizzazione di borsa. Vogliamo che gli amministratori di Hera ci raccontino come pensano che possa stare in piedi un’azienda che avrebbe – in partenza – già diversi miliardi di passivo, se non con un continuo aumento della finanziarizzazione borsistica (privatizzazione) e delle tariffe e una costante diminuzione degli investimenti, della qualità del servizio e dei diritti dei lavoratori e delle lavoratrici.
Una società che tutti gli anni si premura di assegnare dividendi più alti ai propri azionisti, ma non fa neanche quella manutenzione minima per evitare disagi e che presto ci renderà un sistema idrico obsoleto e trascurato. Una società che in barba al referendum il quale proibisce di richiedere in bolletta il 7% di capitale investito continua a caricare il 13-14% agli utenti.

Comitato Acqua Bene Comune
Faenza e Comprensorio